Il carro agricolo
  | HOME | Santu Lussurgiu | Sardegna | Album fotografico | Video | Contatti | Link |
 
 
Il grosso paese appare all'improvviso, adagiato in una profonda conca al riparo dei venti a 500 m. d'altitudine. Fa parte del Montiferru e si sviluppa all'interno di un cratere di origine vulcanica, le cui case presentano la tipica struttura a torre e le strade, ripide e tortuose, s'incrociano nel centro storico conservando ancora l'acciottolato.
Santu Lussurgiu si trova nella parte centro-occidentale della Sardegna ( Prov. di Oristano ) e nel versante nord-occidentale della catena del Montiferru, una delle zone più suggestive della Sardegna, raggiungibile dalla S.S.131 Carlo Felice, attraverso gli svincoli di Macomer, Abbasanta, Paulilatino e Tramatza.
Il sito è online dal 01/12/2003 
 
MENU
Il carro agricolo lussurgese (7 di 7)

10 – Zuales chena ju (Cose inutili)
Trad. lett.: Gioghi senza buoi.
11 – Unu zuale aizis crefidu / Unu zuale ‘os cheriat postu (Siete così simili che meritate di essere aggiogati)
Trad. lett.: Avreste voluto un giogo / Vi dovrebbe essere imposto un giogo.
12 – Male ‘e sos corros! / Corrischeddos! (Accidenti, come sei bravo! / Come sei fortunato!
Trad. lett.: Male delle corna! / Cornetti!
13 – Sos corros tuos ‘ien abba (Tu non mi imbrogli)
Trad. lett.: Le tue corna devono (contengono acqua e non vino).
14 – Corros cun punta! (Non ti interessa – Risposta risentita alla domanda: Che cosa hai mangiato?)
Trad. lett.: Corna appuntite!
15 – Bae in su corru mannu ‘e sa trucca! (Va alla forca)
Trad. lett.: Vai nel corno grande della forca!
16 – Unu zuale ‘e crabifigu aias crefidu! (Meriteresti di essere castrato)
Trad. lett.: Avresti voluto un giogo di fico selvatico.
17 – Torrare su carru a paltza (Cavarsela a stento)
Trad. lett.: Riportare il carro in piazza. Cioè, riuscire a raccogliere almeno il seminato. Ed anche: riuscire a salvare la pelle in situazioni difficili.
18 – O est babbu, o est s’ainu, o est zerda ‘e paza, o est sa cresia ‘e Santu Nigola, o lepere fuinne (Questa frase paradossale viene frequentemente usata per ironizzare su chi si dimostra confusionario ed impreciso nel descrivere persone e fatti)
Trad. lett.: O è babbo, o è l’asino, o è un carico di paglia, o è la chiesa di San Nicola, o è una lepre che scappa.
19 – Boes che cresia (Buoi maestosi)
Trad. lett.: Buoi come chiesa.
20 – Segare su creschere (Bloccare la crescita)
Trad. lett.: Tagliare il crescere. Cioè provocare l’interruzione dello sviluppo in un vitello con la castrazione prematura.
21 – Est a s’origa (E’ d’accordo, è complice)
Trad. lett.: E’ all’orecchio.
22 – Ada iscorradu (E’ venuto meno ad un accordo)
Trad. lett.: Ha scornato.
23 – Parente de intradura (Parente acquisito)
Trad. lett.: Parente di entratura. Cioè entra nella parentela in un secondo tempo, come il secondo bue nell’aggiogamento.
24 – Cambas de loru (Spilungone)
Trad. lett.: Gambe di cinghia (lunghissime).
25 – Ses unu carragasu (Sei un uomo da poco)
Trad. lett.: Sei un trasporta formaggio (la più umile mansione di un servo pastore).
26 – Ponner in bucca ‘e tracca (Mettere in mostra)
Trad. lett.: Mettere nell’imboccatura del carro da festa (la più bella ragazza della comitiva).
27 – Lanzu che corru (Magro come un corno).
28 – Ne d’appo ogadu a sa entina / d’appo connottu a sa entina (L’ho riconosciuto per la sua rassomiglianza a un familiare)
Trad. lett.: L’ho individuato dal colore del manto.
29 – Su boe narat corrudu a s’ainu (Il bue dice cornuto all’asino)
Trad. lett.: Attribuire ad altri i propri difetti.
30 – Su carru si est arrimanne (Sto invecchiando)
Trad. lett.: Il carro sta per fermarsi.

*******************
Tratto da “Il carro agricolo lussurgese” - Autori: ISRE -

. ...................................................( <<INDIETRO )

Il Paese
La Storia
Il Montiferru
Flora
Fauna
Tradizioni
Manifestazioni
Piatti Tipici
   
San Leonardo di Siete Fuentes
 
La Sardegna
Storia
Costa
Entroterra
 
 
Il Carro Agricolo lussurgese

 
Realizzato da Francesca B. - Copyright  © schibot.org - Tutti i diritti riservati